4
Febbraio
2019

Il Belvedere di S.Quirico d’Orcia ovvero il potere della fotografia.

Conobbi il Belvedere di S.Quirico d’Orcia intorno agli anni ’90….. Avevo visto delle cartoline che ritraevano questo casolare inserito e posto a guardia dell’intera valle.

Un’armonia inconfondibilmente toscana: viottola che porta al casolare, classico tetto a mattoni toscani,  tutto intorno avvolto cipressi per affacciarsi alle curve

ondeggianti della valle fino all’Amiata. Molti anni fa, non credo moltissimi  qualcuno ha pensato di costruire il casolare con quella ricercatezza che in Toscana è

figlia della cultura del bello. Il resto, a mio parere l’hanno fatto i fotografi che,immortalando questo luogo hanno propagato la bellezza armonica del vivere

toscano.  Ai miei lettori consegno queste immagini che ho dedicato al Belvedere nel corso di ben 22 anni nelle diverse luci e stagioni.

 

Il Belvedere e la Val d’Orcia- ottobre 1997

 

Intorno al casolare – giugno 2004

 

Alba al Belvedere- novembre 2005

 

Prime luci autunnali – novembre 2006

 

Le nebbie avvolgono il casolare – novembre 2009

 

I resti della nevicata tra il verde del grano nascente – marzo 2010

 

Autunno intorno al casolare – ottobre 2010

 

Il sole riscalda il casolare nel freddo intenso invernale – gennaio 2012. Questa foto ha fatto parte della squadra italiana Fiaf di 10 fotografi, che ha conquistato il secondo posto, tra trenta nazioni partecipanti, alla XXV Coppa Biennale FIAP svoltasi in Argentina nel 2013.

 

L’estate offre luci più offuscate nonostante in valle si trovino presenze di nebbie mattutine – giugno 2013

 

Le ginestre ci confermano la presenza dell’estate – giugno 2013

 

La bellezza dell’autunno incornicia tutta la bellezza del casolare – ottobre 2015

 

Le nebbie autunnali ci offrono un’immagine inusuale della valle insieme alla silhoutte del casolare – ottobre 2016

 

Pochissime volte ho trovato campo di papaveri intorno al casolare – giugno 2018

 

L’ultima nata – gennaio 2019