10
settembre
2018

Solo un Arrivederci

Care amiche e cari amici di fb, utilizziamo questo mezzo mediatico per comunicarvi una decisione importante.

 

Leggi tutto »

29
giugno
2018

La mostra sulla Romea sta arrivando…….07 Luglio 2018

Finalmente la esposizione della Via Romea Sanese sta per diventare realtà .

La mostra, voluta e sostenuta dall’Amministrazione Comunale di Castellina in Chianti in collaborazione con il Gruppo Archeologico Silingolpe di Castellina, è composta da mie fotografie che sono state scattate lungo questo vecchio percorso intriso di vita passata,  storia e riportato alla luce con l’aiuto di tanti volontari delle associazioni castellinesi.

Ieri con Vito De Meo e Giuseppe Stiaccini, colonne del Gruppo Archelogico Silingolpe, sono stato a Riccione presso il Fotolabmoderna dove hanno stampato le foto cm.70×100  stese su alluminio e plastificate che riassumeranno il percorso di questa antica via medioevale che da S.Donato in Poggio attraversa Castellina in Chianti fino a Quercegrossa.

Vedrete anche voi dalle foto qui inserite il bellissimo lavoro fatto. Questi 40 pannelli saranno ubicati e si snoderanno lungo la suggestiva Via delle Volte a Castellina in Chianti con inaugurazione il 07 luglio alle ore 17,00. La mostra rimarrà per tutta la stagione estiva fino ai primi di novembre per poi diventare itinerante nei luoghi interessati dalla Via Romea Sanese.

A questo proposito dato che eravamo a Riccione inserisco qualche foto scattata al volo di questo luogo famoso per le attività balneari e turistico ricettive.

10
maggio
2018

Presentazione del libro “FIRENZE”

La prima presentazione di “FIRENZE” avverrà proprio nel mio paese, Antella,

dove sono nato, cresciuto e dove ho potuto iniziare la mia avventura fotografica con il Gruppo Fotografico Antella che aveva la sede proprio all’interno del Circolo Ricreativo e Culturale.

Ma c’è anche un’altra ragione che mi ha fatto fare questa scelta. Quest’anno, infatti, a giugno, saranno trascorsi 60 anni dalla Fondazione del CRC Antella e il Presidente, Alessandro Conti, insieme al Consiglio Direttivo hanno stilato, fino alla fine dell’anno ,un programma di celebrazioni e manifestazioni a ricordo di quell’evento.

Mi hanno chiesto di presentare il libro uscito alla fine di marzo ed ho accettato molto volentieri. Chi ha la fortuna di abitare ad Antella sa bene l’importanza di questa struttura per il paese, per il nostro comune e per l’area fiorentina Sud. Il Circolo Ricreativo e Culturale fa parte di noi, è il nostro modo essere comunità, il luogo dove si può dare e ricevere, e se lo frequenti qualcosa ti rimarrà addosso per sempre. E’ stato il luogo del mio primo impegno associativo, quindi affetto e ricordo si fondono insieme.

La presentazione avrà come relatori tre miei amici. Alessandro Conti, padrone pro-tempore di casa che introdurrà la serata, Marco Hagge, giornalista RAI, che mi ha regalato la sua bellissima prefazione e Tommaso Detti, storico, a cui mi unisce, oltre  la comune passione civile, la genuina amicizia e la grande stima per lo studioso.

La manifestazione sarà preceduta da una audiovisivo multimediale nella sala cinema dove verranno proiettate le foto del libro. Alla fine della serata faremo omaggio di un piccolo buffet.

Un ringraziamento particolare a Valentino Catelani per la realizzazione della grafica della locandina.

9
maggio
2018

Terra Colorata

Ai primi di maggio arrivano i papaveri in Toscana che circondano le nostre colline o ammantano dei campi incolti. Leggi tutto »

21
aprile
2018

Il Gruppo Fotografico Antella chiude W il GFA

Questo mio articolo è stato pubblicato sull’Annuario 2017 del Circolo Ricreativo e Culturale Antella. E’ stato condiviso dal Gruppo Fotografico Antella che ha deciso la sua chiusura. Si riassumono sommariamente il grande impegno svolto dal GFA  in questi lunghi 10 anni di attività.

Ebbene sì per la seconda volta nella sua lunga storia iniziata nel 1989 il Gruppo Fotografico Antella (GFA) chiude i battenti. La prima volta fu nel 2000 e, dopo la sua rinascita, avvenuta nel 2006, purtroppo il 2018 segna una delusione. Quando chiude un’associazione senza fini di lucro nata per divulgare qualcosa di utile alla collettività è sicuramente un dispiacere. In effetti la seconda rinascita era avvenuta con tutti giovanissimi ragazze e ragazzi molti del nostro comune fra i quali qualcuno di Antella; un segnale importante per il nostro territorio. La sua sede è sempre stata dentro il CRC Antella che aveva concesso i locali per gli incontri e le manifestazioni fotografiche.

Dopo il primo anno con alla guida Tommaso Ferro, nel gennaio 2007 venne eletto Presidente (foto n.1), Gianni Sarti, giovanissimo e vulcanico trascinatore in questa impresa. I soci erano 20 e subito ci furono diverse uscite fotografiche. Da ricordare quelle al Carnevale di Foiano, in Val d’Orcia, nella fantastica colorata terra di Castelluccio di Norcia e l’avvio di un progetto sul territorio “Un giorno a Bagno a Ripoli”.

Nel 2008 la conferma di 20 soci e a maggio la conclusione e la presentazione del progetto di “Un giorno a Bagno a Ripoli” . Nello stesso anno, il 23-26 ottobre, fu fatta una meravigliosa Gita nelle Langhe (foto n.2-2 bis) che vide la partecipazione di 11 soci del gruppo in una terra dove il paesaggio delle vigne autunnali si intreccia fra colori e geometrie.

Nel 2009 il Gruppo Fotografico, che replicò i suoi 20 soci, organizzò il 1° Corso di Fotografia (foto n.3-n.3bis) della durata di tre mesi e che vide 50 partecipanti. Il corso comprendeva 8 lezioni teoriche di cui 5 lezioni base che riguardavano il primo approccio alle conoscenze delle tecniche fotografiche, il linguaggio fotografico e 3 lezioni di post produzione. Ci furono anche 5 serate con autori affermati: Antonio D’Ambrosio per il B/N, Cristina Garzone per il Ritratto e Figura ambientata, Silvano Monchi per la Fotografia di Viaggio e Reportage, Andrea Rontini per il Paesaggio (foto n.4) e Claudio Calvani per la Fotografia Naturalistica. Con questi Autori ci furono poi altrettante uscite fotografiche volte a mettere in pratica le nozioni teoriche esposte. Il costo a partecipante fu di €.60,00 più l’iscrizione al Gruppo di €.20,00. E’ importante riflettere come un’associazione riesca a divulgare una conoscenza culturale al territorio a costi contenuti ed allo stesso tempo a sviluppare quell’idea di solidarietà per cui era nata. Nello stesso anno ci furono due belle gite sociali, la prima in Engadina (Svizzera) e l’altra a Scanno in Abruzzo.

Nel 2010 i soci aumentarono a 29 e fu fatto un altro corso di fotografia con 50 partecipanti sulla scorta del primo avvenuto l’anno precedente. Il 2010 si segnala per una gita sociale nel Bayerischer National Wald Park (Foresta Nera-Germania) e un Corso di Post Produzione con un Maestro del calibro di Antonio Manta.

Nel 2011 i soci salirono a 36, venne replicata la gita sociale al Bayerischer National Wald Park e venne allestito un Workshop con un Maestro di moda e glamour, Gianni Ugolini. Tra le numerose uscite fotografiche ne segnalo tre fantastiche e divertenti: alle Mille Miglia, al Carnevale di Venezia e alla corsa ciclistica rievocativa l’Eroica del Chianti.

Il 2012 i soci furono 32 più 29 partecipanti al III ° Corso di Fotografia. Si replicò il Workshop Beauty Ugolini e si organizzò una gita al Carnevale di Venezia.

Nel 2013 i soci furono 29 più 27 partecipanti al 4° Corso di Fotografia e a novembre fu organizzato un week end fotografico sul aMonte Amiata.

Nel 2014 non ci fu nessun corso fotografico e l’anno si caratterizzò per una bella mostra fotografica sociale a soggetto dal titolo “Il Rosso”.

Il 2015 vide il ritorno all’organizzazione del V° Corso Base di Fotografia con 24 partecipanti. I soci iscritti al Gruppo Fotografico Antella furono 23. A maggio ci fu una bella collaborazione con la locale Onlus Calcit offrendo le immagini sia per un bel volume “ 10 anni di Poesia” che per l’allestimento della mostra fotografica. Ad ottobre fu fatta una bella gita sociale sulle Dolomiti.

Gli anni successivi furono gli anni della crisi che hanno portato lentamente alla decisione di azzerare questo gruppo fotografico. Trovare le motivazioni che hanno portato a questa decisione è difficile e sicuramente sono molteplici, ma una si può individuare nei nostri giovanissimi organizzatori e soci che sono diventati più adulti assumendosi maggiori responsabilità di vita e di lavoro tanto da dover sacrificare al loro tempo libero questa importante passione giovanile.

Alcuni di loro son diventati professionisti fotografi che hanno dovuto lasciare questo gruppo per dedicarsi interamente al loro nuovo lavoro. Permettetemi di dire che questo è un motivo di vanto e orgoglio di tutto il Gruppo Fotografico. Forse un’altra ragione potrebbe essere quella di non aver trovato i giusti ricambi di responsabilità delle cariche sociali interrompendo di fatto il filo della continuità. Nonostante queste note un po’ amare sono sicuro di interpretare tutti i soci dicendo che sono stati anni belli, spensierati per molti, dove il GFA ha regalato, non solo la conoscenza della fotografia, ma anche l’opportunità di stare in un collettivo coeso e a vivere tanti momenti gioiosi. Purtroppo non possiamo elencare tutte le iniziative di questi 10 anni, ho provato a riassumerle brevemente.

Non dimenticheremo le molte “zingarate fotografiche“ avvenute nella nostra amata terra toscana, iniziando a fotografare all’alba per finire al tramonto con il giusto spirito goliardico di prese in giro e stare bene insieme. Non poteva mancare la sosta del pranzo citato con il famoso motto “ gambe sotto la tavola “ coniugando passione fotografica e prelibatezze culinarie.

Voglio augurare, visto che ho contribuito a farlo nascere nel lontano 1989 ed a incoraggiarlo a rinascere nel 2006, che nuove energie possano tornare a breve tempo e far rivivere il Gruppo Fotografico Antella (foto n.5).

Quindi con tutto il cuore invio un “Arrivederci a tutti” ricordando e ringraziando coloro che hanno dato il loro tempo, la loro disponibilità e le loro capacità per l’organizzazione del GFA per 10 anni scusandomi con coloro che involontariamente sono stati omessi. In ultimo mi preme anche ricordare il bellissimo contributo mensile che il GFA ha dato al CRCA per il servizio volontario al Bar . Leggi tutto »